Wednesday 21      ORE 18:20  |  ORE 19:00  |  ORE 19:00  |  ORE 20:20  |  ORE 20:30  |  ORE 22:00

Verso un altrove

ORE 20:20 | Sala 1


Italy, 2018, 4k, Color, 84' - Narrative films

REGIA:
Massimiliano Amato

CAST:
Luca Guastini, Azzurra Rocchi

SCENEGGIATURA:
Massimiliano Amato

FOTOGRAFIA:
Massimiliano Amato

MONTAGGIO:
Lorenzo Morganti

SCENOGRAFIA:
Serena Ardito

COSTUMI:
Cinzia Rampini

MUSICA:
Benjamin Tissot

SUONO:
Rocco Cavalera

PRODUTTORE:
Francesco Paolo Montini

PRODUZIONE:
Movie Factory srl

VENDITE ESTERE:
Movie Factory srl

SINOSSI:

Tommaso Fontana esce di prigione dopo aver scontato una lunga pena detentiva. Cresciuto dentro una struttura di accoglienza di Livorno, ha vissuto la maggior parte della sua esistenza in cattività. Non ha una famiglia a cui rivolgersi, e nemmeno degli amici. Come può un ex detenuto senza famiglia, senza una casa dove andare, e senza un lavoro reinserirsi socialmente? Sarebbe facile pensare che a Tommy non resta altra strada che riprendere a delinquere, ma la vita riserva sempre delle sorprese. Tommy non è più il ragazzo di un tempo, è molto maturato. In carcere, grazie all’incontro con un indiano, ha avuto modo di avvicinarsi al pensiero di Jiddu Krishnamurti. Un incontro fortunato che aiuta Tommy a liberarsi dei suoi condizionamenti, e a raggiungere una certa consapevolezza. Una forza interiore se vogliamo, che lo sosterrà nella sua sfida più importante, quella di rifarsi una vita. Le prime tappe di questo viaggio verso la legalità, verso la libertà, saranno piene di insidie. Un sentiero che lo porterà inaspettatamente molto lontano, fino in Olanda. Giunto ad Amsterdam, Tommy trova rifugio presso una prostituta, una ragazza romena. Irina ha un vissuto per certi versi analogo a quello di Tommy. Ha problemi con la droga, e dei debiti che la spingono a prostituirsi. Tra queste due solitudini nasce un sodalizio, e poco a poco anche l’amore. Non sarà facile, ma alla fine, sia Tommy che Irina, riusciranno a cambiare radicalmente le loro vite e i loro destini, in maniera del tutto pacifica.
BIOGRAFIA:

Massimiliano Amato nasce a Roma il 14 ottobre 1963. Dopo la maturità artistica (1981) e due anni di studi in legge ed economia, si dedica alla fotografia, al teatro e allo studio delle tecnologie digitali applicate al cinema. Attore e regista, fotografo e poi filmmaker indipendente è tra i primi a sperimentare il digital to film transfert, processo di post-produzione che consente di stampare su pellicola immagini e sequenze digitali. Tra i primi a testare importanti piattaforme di distribuzione digitale di contenuti cinematografici. A teatro ha portato in scena, come attore e regista, opere di Luigi Pirandello, Tennessee Williams, Slawomir Mrožek, Sam Shepard, Jean Cocteau, Neil LaBute, e adattamenti tratti da Working di Studs Terkel. In televisione ha lavorato in diverse fiction RAI e MEDIASET per la regia di Luigi Perelli, Donatella Maiorca, Raffaele Mertes, Antonello Grimaldi, Robert Chapman, Nicola Rondolino. Al cinema con Barbara Dall’Angelo (CSC), Robert Hellis Miller, Andrea Lodovichetti (CSC), Maurizio Ponzi, e nel 2003 anche con Carlo Verdone nel box office MA CHE COLPA ABBIAMO NOI. Come autore ha realizzato e prodotto un documentario sul cinema indipendente e un cortometraggio sulle mine anti-uomo. Sotto pseudonimo ha scritto sceneggiature di film di genere per produzioni indipendenti americane. “FOOTAGE 2014” a contemporary art project, è il suo primo lavoro di video-arte, proiettato su grande schermo all’evento collettivo di arte contemporanea JUST MOMENT PLEASE curato da Giuseppe Ussani d’Escobar, il 18 settembre 2014 presso il Palazzo dei Congressi di Roma. Nel 2015 partecipa alla collettiva DARKROOM PROJECT con l’opera di fotografia contemporanea TEMPORARY SYMBIOSIS – GENESIS

RICERCA FILM

GENRE
ORIGINAL TITLE
DIRECTOR
COUNTRY
YEAR

   
NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter - Subscribe to our newsletter.

Link: Programma PDF
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com