Giuria

Anche quest’anno il RIFF rende omaggio ai suoi spettatori con il voto del pubblico.
Il pubblico, destinatario per eccellenza nonché pilastro essenziale del cinema, si farà giudice delle opere in concorso.
Gli spettatori saranno chiamati direttamente ad esprimere il proprio giudizio su un’apposita scheda cartacea consegnata all’inizio del film.
La votazione interesserà la sezione dei documentari in concorso, italiani e stranieri, da sempre fiore all’occhiello del Festival.
L’iniziativa mira a rendere l’esperienza in sala più interattiva e coinvolgente e consente agli autori di ricevere un feedback diretto e immediato.

Vincenzo Alfieri
Vincenzo Alfieri nasce a Salerno il 6 Febbraio 1986. Comincia come attore all’età di 12 anni e parallelamente fin da piccolo realizza alcuni cortometraggi. Oltre che in Italia, ha studiato recitazione e regia a New York e a Los Angeles. Si laurea in Economia e successivamente anche in Scienze Politiche.
Dopo una carriera già avviata come attore in film e serie che gli danno notorietà come Niente Può Fermarci ed Incantesimo, intraprende la carriera da regista, dirigendo la web series Forse Sono Io, di cui è anche protagonista, che ottiene un ottimo riscontro sul web, diventando così una delle poche fortunate web series ad essere poi destinate al pubblico televisivo. La seconda stagione raggiunge sul web oltre 3 milioni di visualizzazioni su Facebook. Subito dopo l’uscita della serie viene notato dall’azienda automobilistica Ford che gli affida la regia della campagna pubblicitaria della nuova Ford Ka per il web oltre ad esserne anche il testimonial.
Nel 2016, dopo aver realizzato alcuni corti vincitori di diversi premi in Italia e all’estero, gira la sua opera prima I Peggiori, una commedia action prodotta da Federica Lucisano per la Italian International Film, distribuita dalla Warner Bros Italia, in cui recita accanto a Lino Guanciale. Nel 2018 realizza il suo secondo film Gli Uomini D’oro, un crime noir, con protagonisti Fabio De Luigi, Edoardo Leo, Gianmarco Tognazzi e Giampaolo Morelli che verrà distribuito nel novembre 2019. Insieme a sua sorella Rossella è inoltre fondatore della società di produzione cinematografica Guinesia Pictures, con la quale ha prodotto diversi corti e videoclip.

Salvatore Basile
Salvatore Basile è nato a Napoli ma vive e lavora a Roma. Ha scritto più di quaranta fiction, tra le quali ricordiamo “Ultimo”, “San Pietro”, “La cittadella” (remake), “L’uomo sbagliato”, “I fantasmi di Portopalo”, “Il sindaco pescatore”, “Sotto copertura” 1 e 2 e la serie de “Il commissario Ricciardi”, prossimamente in onda su RaiUno. E’ ideatore e sceneggiatore di serie come “Il giudice Mastrangelo”, “Un passo dal cielo”, “Il restauratore”. Ha diretto, per RaiUno, episodi di “Don Matteo 8”, “Un passo dal cielo 2”, “Il restauratore” e la miniserie “L’uomo che cavalcava nel buio”. Ha pubblicato, inoltre, con Garzanti, i romanzi “Lo strano viaggio di un oggetto smarrito” e “La leggenda del ragazzo che credeva nel mare”.

Bernd Brehmer
Bernd Brehmer ha studiato letteratura e storia dell’arte a Monaco di Baviera, ma ha trascorso la maggior parte del suo tempo al Filmmuseum dove ha ricevuto la sua éducation Cinématographique e presto ha iniziato a lavorare nel dipartimento tecnico. Per questo motivo inizia a lavorare al Werkstattkino collettivo, un cinema underground leggendario e ancora operante. Con il suo entusiasmo per la raccolta di film ha ampliato l’archivio dei tesori perduti e ignorati della storia del cinema. Nel corso degli anni ’90 ha fondato “24” rivista cinematografica ed è stato CEO di “Exit Film Distribution”, che si è concentrata su documentari e produzioni cinematografiche indipendenti. Da allora collabora regolarmente con la “Süddeutsche Zeitung” e lavora come consulente di programma e curatore per diversi festival internazionali. Nel 2006 fonda e dirige “l’Underdox Film Festival di Monaco di Baviera” per film documentari e sperimentali.

Tatiana Covor
Tatiana Covor, di origine rumena, laurea in lingue moderne, si stabilisce in Italia nel 1976 dove inizia ad occuparsi di progetti di comunicazione e marketing. Negli anni 2000 inizia la collaborazione con l’UE per progetti PHARE. Diventa anche corrispondente dell’Agenzia di Stampa romena AM Press. Come socio dell’Associazione della Stampa Estera in Italia si occupa per diversi anni dell’organizzazione del premio cinematografico “Globo d’Oro”, che arriva quest’anno alla sua 60a edizione. E’ autrice di tre romanzi. Di sè stessa, dice “vado a casa” sia quando parte per Bucarest sia quando torna alla sua casa romana con giardino.

Diego Petrecolla
Diego Petrecolla è un musicista e giornalista di nazionalità americana e argentina. Per anni ha fatto parte della scena musicale underground in Argentina con il gruppi Furies e Sombrero. Lavora anche per Infobae, uno dei più importanti giornali digitali argentini, nella sezione di musica e di cultura. Diego ha studiato alla  Documentary Production a Buenos Aires and Music for Film a Roma, ed ha partecipato a numerosi corti come compositore e sceneggiatore. Oggi lavora come giornalista freelance ed ha iniziato una collaborazione con BUDEN, un collettivo di musicisti, sound designers e compositori che creano colonne sonore per progetti audiovisivi.

Stefano Ratchev
Stefano Ratchev nasce a Roma nel 1984, figlio della cantante lirica Delia Surratt e dal flautista Nikolay Ratchev, comincia sin da piccolo gli studi musicali in pianoforte e violoncello. E’ stato membro del coro delle voci bianche della Cappella Sistina diretta da Domenico Bartolucci per poi continuare gli studi presso il Conservatorio di Santa Cecilia di Roma dove studia con i maestri Maurizo Gambini e Dante Cianferra.
E’stato primo violoncello dell’orchestra giovanile dell’Arts Accademy di Roma e ha collaborato con diverse orchestre nazionali. A 19 anni inizia a comporre musica per pubblicità e teatro e forma il duo di compositori Ratchev & Carratello con il quale scrive numerose colonne sonore nazionali ed internazionali per cinema e TV.
Ha collaborato con diversi registi tra cui: Gianni di Gregorio, Giuseppe Piccioni, Kim Rossi Stuart, Francesca Comenicini, Roan Johnson, Claudio Noce, Eugenio Cappuccio, Wilma Labate, Antonio Manzini, Antonio Gagliardi, Lisa Immordino Vreeland, Elisa Amoruso, Leonardo D’Agostini e molti altri.

Nadia Zavarova
Nata a Kiev, Ucraina, il 10 Aprile 1981. Critica e giornalista cinematografica, sceneggiattrice, traduttrice, insegnante universitaria di storia del cinema. Ha coordinato per diversi anni il programma del Kiev IFF Molodist  e IFF Contact. Trova ispirazione nei film di Alfred Hitchcock e Billy Wilder, nel tip-tap, nel caffè schiumato, nei viaggi e nel suo cane di nome Julie Andrews. Crede che studiare il cinema sia un grande piacere e raccontare del cinema sia una vera felicità. La citazione preferita: “Nobody’s perfect”.


RICERCA FILM

GENRE
ORIGINAL TITLE
DIRECTOR
COUNTRY
YEAR

   
NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter - Subscribe to our newsletter.

Programma PDF

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com